Your address will show here +12 34 56 78
Velocità, Web Design

Non tutti sanno come funzionano i servizi di hosting. E questo può anche andar bene. finché non c’è bisogno di sceglierne uno per il proprio sito web. Ecco che abbiamo creato una piccola guida semplificata su come funzionano i servizi più comuni di web hosting.

Prima di tutto chiariamo il significato di alcuni termini.

Hosting e Dominio

Facciamo finta di avere un pranzo di lavoro insieme. Dovrai farmi sapere l’indirizzo del ristorante in questione così da poterti raggiungere. Il dominio è l’indirizzo del locale.
L’hosting, in questo caso, è il ristorante. L’edificio vero e proprio.


esempio hosting dominio ristorante

I diversi tipi di hosting web

  • Hosting Gratuito: Il beneficio principale di questo tipo di hosting è che è gratuito. Non offre nessun tipo di backup, è lento, sicurezza bassa e saturo di pubblicità. Sicuramente non il tipo di hosting da scegliere per un’attività.
  • Hosting Condiviso: Questo tipo di servizio ti permette di condividere un server con altri utenti. Così facendo il prezzo del servizio risulta molto più basso di un singolo server privato con altissima sicurezza e controllo del proprio spazio. La pecca: se il server che si condivide presenta rallentamenti per traffico troppo alto anche il proprio sito ne risentirà. Questo in genere accade se sullo stesso server del vostro sito è online un sito con troppi visitatori.
  • VPS (Virtual Private Server): Un passo in avanti dall’hosting condiviso perché funziona come un server dedicato essendo in realtà condiviso. In questo caso i costi sono molto più alti perché vi viene riservata parte della forza di calcolo del server. Vuol dire che altri siti sul vostro stesso serve non potranno rallentare il vostro. I prezzi possono essere personalizzati perché pagate per la garanzia della forza di calcolo di cui avete bisogno.
  • Server Dedicato: L’intero server è nelle vostre mani e avete il diritto di usarlo come volete. il prezzo è relativamente alto e avrete bisogno di assoldare un tecnico che se ne prenda cura.


    Per la maggior parte dei nostri clienti un hosting condiviso basta per gestire tutti gli utenti che visitano il loro sito e offrire un’esperienza giusta senza compromessi. Ma quando l’attività raggiunge i grandi numeri si può trasferire il sito su un VPS senza troppi problemi.
0

Contenuti, Velocità, Video
Ci viene spesso chiesto se sia meglio caricare video sul proprio sito o su siti come Youtube, Vimeo o Facebook per poi riproporli e trasmetterli sul proprio sito. Come ogni cosa che riguarda il web non c’è una risposta precisa e diretta. Per questo abbiamo deciso di raccogliere in due liste i vantaggi di ciascun sistema.

Caricati sul proprio sito

  1. Tutti i dati sono tuoi – Il video viene trasmesso dal tuo sito pertanto il possesso del video è al 100% vostro. Nessuno può segnalare il vostro video e non può essere cancellato. Risulta anche più difficile il download dall’utente medio.
  2. Più traffico – Se qualcuno vuole condividere il tuo video, l’unico posto in cui lo può trovare è il tuo sito, quindi tutto il traffico generato dalle visualizzazioni del video va anche al tuo sito.
  3. Controllo del design Avere il video trasmesso sul proprio sito permette di avere il controllo completo del design del player. Questo significa che non ci saranno marchi di altre aziende.
  4. Nessuna distrazione – E’ già successo che dopo aver visto un video trasmesso da Youtube su un sito si è finiti sul video di un cane che non riesce a prendere il biscotto. Se il video è trasmesso dal tuo sito l’utente non potrà distrarsi e continuerà la lettura.



Caricati su una piattaforma di terze parti

  1. Nessun consumo del traffico disponibile – Ogni volta che qualcuno visualizza un video consuma parecchio traffico che potrebbe risultare in problemi se il vostro traffico è limitato.
  2. File più leggeri – Le piattaforme di video-sharing hanno algoritmi in fase di upload che comprimono il video alleggerendolo e permettendo alla pagina di caricare più velocemente.
  3. Facile da utilizzare – Caricare i video su queste piattaforme è molto semplice. Sicuramente più semplice che caricare il video sul proprio sito ed integrarlo sulla pagina.
  4. Traffico social – Così come ci si può distrarre dopo aver guardato il video può anche succedere che altri incappino sul tuo video cercando quelli della concorrenza.
  5. Compatibilità con la maggior parte dei dispositivi – I vari dispositivi e browser possono richiedere formati file diversi. Le piattaforme di terze parti sono in grado di convertire e mettere a dispozione tutti i formati necessari automaticamente.

Come potete vedere entrambe le vie che si possono prendere hanno diversi vantaggi. In base ai risultati che volete ottenere si può attuare uno dei metodi, ma l’uso di una piattaforma come Youtube risulta essere molto comodo e affidabile.

Seguici sui social e sul nostro sito per non perdere i nostri aggiornamenti.

 

0